L’Amministrazione comunale ha sostenuto l’attività della Pro Loco e ha favorito la realizzazione di eventi culturali e turistici, nella convinzione che ciò fornisse un contributo di rilievo alle azioni di marketing territoriale. L’attività di analisi costante dei dati sull’economia ha visto negli anni anche l’elaborazione dei numeri relativi alle presenze nelle strutture ricettive del territorio, sia in termini di arrivi che di pernottamenti. Le professioni turistiche (guide, accompagnatori) sono pubblicizzate sul sito Sestopromuove (www.sestopromuove.it).
L’Amministrazione comunale ha anche curato la realizzazione di guide turistiche e di altre pubblicazioni.

Le strutture ricettive a Sesto Fiorentino

Arrivi negli anni 2003-2009

Arrivi in strutture alberghiere

Arrivi in strutture extra alberghiere

Numero presenze (pernottamenti)

Focus di approfondimento

Nello specifico, è stata curata la sezione dedicata a Sesto Fiorentino delle guide: “Città della ceramica, cosa sapere , cosa vedere, cosa mangiare, cosa vivere”, Edizioni ANCI, Le guide di Res Tipica, Roma, Società Editrice Romana, (2005) e “Terre magiche. La via delle ceramiche. Sapori, profumi, colori e tradizioni dei 36 comuni della ceramica artistica e di tradizione italiana”, realizzata dal Ministero delle Attività Produttive, A&D WEA, (2005).
Con il contributo economico del Comune sono state pubblicate anche le guide “ I negozi storici della Piana fiorentina. Alla scoperta di 150 vetrine di Calenzano, Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino, Signa”, a cura di A. Bruscagli e F. Mugnaioni, Campi Bisenzio, Nuova Toscana Editrice srl, (2005) e “Il bello dell’utile. Ceramiche Ginori e Richard-Ginori dal 1750 al 1950 di una collezione privata”, di A. Chiostrini Mannini, Firenze, Edizioni Polistampa, 2005.

L’associazione Pro Loco, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, ha realizzato annualmente dei programmi di attività volti a valorizzare il territorio, le produzioni tipiche e le sue tradizioni. In particolare, sono diventati un appuntamento fisso il Carnevale, la manifestazione sul Medioevo, quelle su Pinocchio e gli eventi dedicati all’olio. Rilievo specifico assumono gli eventi dedicati agli Etruschi, anche per l’impegno profuso dall’associazione per assicurare in più occasioni ai cittadini e ai turisti l’apertura del tumulo etrusco de “La Montagnola”.