Il Comune di Vetro è una manifestazione ideata e promossa per la prima volta nel 2007, che annualmente viene realizzata in stretta sinergia con il Gruppo “Gualdo”, associazione che vanta sul territorio una lunga esperienza nel campo espositivo, cui è affidato il progetto espositivo e l’allestimento.

L’idea del Comune di Vetro nasce dalla volontà di utilizzare l’edificio storico del palazzo comunale, a cavallo fra le due festività civili del 25 aprile e del 1 maggio, come sede espositiva aperta alla cittadinanza e agli appassionati d’arte.

Il Comune di Vetro è stato pensato e realizzato per fare del Palazzo un contenitore trasparente ed aperto, visibile, restituendolo gratuitamente, una volta all’anno, alla città nel nome dell’arte contemporanea. L’evento è collocato in una duplice sede espositiva delle opere dei medesimi artisti. Oltre al palazzo comunale, in cui ha sede solitamente la sezione pittorica, le opere vengono esposte anche presso la Chiesa di San Giusto a Gualdo, in cui di solito sono esposte le opere grafiche.

Nel 2012 è stata attivata una terza sede espositiva, in occasione della mostra su Fernando Farulli, presso il Liceo Artistico di Sesto Fiorentino, presso cui Farulli operò. Negli anni sono state esposte le opere di Rodolfo Ceccotti, Gianni Cacciarini, Giovanni Paszkowski, Piero Vignozzi, Primo Conti, Marco Fidolini, Salvatore Cipolla, Piero Tredici e gli autori della collezione Il Bisonte.